Archivi categoria: FEATURED

Articoli in evidenza.

UN INTERVISTA DA ZERO A ZERO: Zerocalcare si racconta in 8Bit

Zerocalcare è un fumettista. Zerocalcare è il personaggio protagonista di strisce comiche creato da Michele Rech, fumettista 30enne di Roma. Michele Rech, per capirci,  è Zerocalcare. A Milano al museo del fumetto “WOW Spazio fumetto” è in corso per tutto il mese di luglio, una mostra personale dedicata proprio a Zerocalcare e Michele Rech che, come immagino a questo punto abbiate intuito,  sono la stessa persona. Chi conosce questo autore e si è imbattuto nei suoi libri a fumetti e nelle sue strisce, sa di cosa stiamo parlando e probabilmente a questo punto dell’introduzione è gia skippato a fondo pagina per guardare la video intervista… per chi invece sta ancora leggendo e non conoscesse nulla dell’autore Zerocalcare, consigliamo fortemente d’approfondire l’argomento, recuperando tutto quello che questo giovane artista ha prodotto fin ora. Il suo umorismo cinico è veritiero, senza pretesa di far ridere da parte dello scrittore, (che però fa davvero ridere di gusto e non poco), la rappresentazione metaforica di stati d’animo e persone, attraverso apparizioni di icone pop del cinema, della TV o dei videogames (DARTH VADER, I CAVALIERI DELLO ZODIACO, il ragazzino BLANKA, I Fantasmi dell’ospitalità), uno sguardo nostalgico-esilarante al periodo pre-post-adolescenziale e l’amico “Armadillo” , sono gli ingredienti base dei racconti molto spesso autobiografici di Zerocalcare.

Se  avete fra i 28 e i 35 anni e siete vissuti bene o male sempre in Italia, godrete appieno delle citazioni e delle esperienze che Zerocalcare racconta attraverso i suoi libri e le sue strisce, che sono un po i racconti che tutta la generazione nata nei primi anni  ’80 potrebbe scrivere. Nell’intervista che abbiamo realizzato il giorno dell’inaugurazione della mostra “La coscienza di Zero”, Zerocalcare ci ha raccontato del suo rapporto con i videogames e un po anche di se stesso.

“Si chiama profezia dell’armadillo qualsiasi previsione ottimistica fondata su elementi soggettivi e irrazionali spacciati per logici e oggettivi, destinata ad alimentare delusione, frustrazione e rimpianti, nei secoli dei secoli.

La mostra sarà aperta fino alla fine di luglio.

 

BLOG ZEROCALCARE

Home page  – WOW Spazio Fumetto Milano

 

INSERTCOIN

C'è una generazione che ha cavalcato l'evoluzione dell'unico "media interattivo" che sia stato in grado di unire il gioco alle altre arti, al cinema alla musica all'illustrazione, alla narrazione, alle emozioni. INSERTCOIN è quella generazione. È vuole raccontarla a tutti.

More Posts - Website

Follow Me:
FacebookGoogle PlusYouTube

XBOX ONE: Finalmente rivelato il nuovo “videoregistratore”di Microsoft

Il 21 Maggio 2013 alle 10,00 AM Americane, nella sede Microsoft di Redmond (Washington), è stata rivelata alla stampa mondiale ed allo mondo tutto (con uno spot introduttivo dal mood “emotional-spiritualist-newage-we are human” e con tanto di inaspettata apparizione di Steven Spielberg e J.J. Abrams, fra gli emozionati protagonisti dello stesso) il nuovo videoregistratore di Microsoft: XBOX ONE. Confidando nell’intelligenza del lettore e nel suo sicuramente spiccato “sense of humor”, abbiamo ironizzato sul design della nuova “scatola x” di Microsoft, nel titolo di questo post, perchè forse ci si aspettava nel design qualcosa di diverso, di più verticale, meno spigoloso e meno vintage, ma ovviamente quello che più conta in una “macchina per l’intrattenimento elettronico” è il suo hardware e le opportunità che può offrire, anche se una estetica meno ’90ths sarebbe stata gradita ( costringerà molti utenti ad un restyle totale degli arredi del salotto con tanto di ritorno in auge del TV color 33 pollici 16:9 con cinescopio trinitron, sperando nell’ imminente lancio di un lettore VHS usb a 6 testine opzionale di Microsoft) .

XBOX ONE  è stata presentata come l’oggetto che modificherà radicalmente e per sempre (sempre??? Solitamente è questo l’intervallo di tempo preferito nelle presentazioni ufficiali di una nuova consolle di gioco) la filosofia di “home entertainment”. Quindi un vero centro operativo dell’intrattenimento digitale che va ben oltre il concetto di “macchina da gioco” ma che si propone a tutti come l’elettrodomestico definitivo ed assoluto dell’ intrattenimento casalingo. Al primo sguardo il design della nuova XBOX ONE è un tantino spiazzante (l’avevate intuito?) come quello della nuova versione (ora funzionante) del kinect, l’ormai famoso sensore di movimento che permette di giocare e navigare nella dashboard, utilizzando solo il proprio corpo e le proprie mani. L’unico che sembra essere sfuggito a questa locura “retrò-design 90th”, è il collaudatissimo joypad xbox, che tutto sommato mantiene l’ arrotondato stile del suo predecessore, salvo che per il colore nero.

Durante la presentazione è stato mostrato come sia semplice utilizzare XBOX ONE come centro multimediale centrale, passando rapidamente con semplici comandi vocali, dalla visione di un film in Blu-ray, ad un canale TV, alla nostra sessione di gioco, di nuovo al film in Blu-ray, di nuovo alla nostra sessione di gioco, alla visione di  “Ok il prezzo è giusto” e cosi via… (sempre tutto rigorosamente anni ’90).

E stato mostrato come si possa utilizzare agevolmente Skype in videochiamata  mentre si continua a guardare il proprio programma TV preferito (Es:  OK il prezzo è giusto) tutto questo in maniera straordinariamente rapida e funzionante. Steven Spielberg tramite un videomessaggio ha annunciato in anteprima il lancio della seire tv da lui prodotta sull’universo di HALO, facendo anche i suoi personali auguri alla nuova consolle Microsoft. Presentate anche in anteprima alcune immagini di CALL OF DUTY: Ghosts, nuovo capitolo della serie, ed illustrate le nuove sostanziali differenze grafiche ed i risultati davvero impressionanti, rispetto ai precedenti titoli del brand CoD, che la potenza di calcolo della nuova XBOX ONE ha permesso di ottenere.

 

In conclusione, il 21 maggio 2013 verrà ricordata come data importante per il mondo dell’ intrattenimento elettronico e videoludico, con l’uscita a sorpresa della nuova  XBOX ONE.

In attesa quindi, che microsoft rilasci il lettore di VHS usb che andrà a completare in modo significativo il Kit di intrattenimento assoluto più “retrò” di sempre, vi lasciamo alla presentazione ufficiale che potrete guardare integralmente a questo link allo spot ufficiale XBOX ONE e ad una meno pomposa (ma forse più di cuore) presentazione di un’altra consolle effettivamente “retrò-90th”, che non vantava testimonial del calibro di S.Spielberg (ma i più televisivi One di BIM BUM BAM e Jerry Calà per il mercato Italiano dell’epoca), ma che ancora oggi è il sistema d’intrattenimento definitivo nei cuori di molti e più anziani videogamers.

Insert coin and remember…

 

 

INSERTCOIN

C'è una generazione che ha cavalcato l'evoluzione dell'unico "media interattivo" che sia stato in grado di unire il gioco alle altre arti, al cinema alla musica all'illustrazione, alla narrazione, alle emozioni. INSERTCOIN è quella generazione. È vuole raccontarla a tutti.

More Posts - Website

Follow Me:
FacebookGoogle PlusYouTube

Le Cronache della Salagiochi:

Primo appuntamento con una serie di racconti rigorosamente anni ’90 in un una sala giochi piena di fumo

Storie di vita vissuta in un rione di case popolari, in un bar che era insieme tabacchino, sala giochi e sala da tressette. Attorno alle  uniche tre coin-up relegate in fondo, in una specie di sgabuzzino che tutti chiamavano “la saletta” trascorrevano le loro giornate i ragazzi “randagi”, i più giovani del rione, quelli in età da riformatorio. Un bar dove per entrare a giocare dovevi pagare la “tassa”. Per questo primo appuntamento vi racconterò la volta che ho visto eliminare il super boss di Final Fight.

Continua la lettura di

INSERTCOIN

C'è una generazione che ha cavalcato l'evoluzione dell'unico "media interattivo" che sia stato in grado di unire il gioco alle altre arti, al cinema alla musica all'illustrazione, alla narrazione, alle emozioni. INSERTCOIN è quella generazione. È vuole raccontarla a tutti.

More Posts - Website

Follow Me:
FacebookGoogle PlusYouTube

VIGAMUS: Il museo di videogiochi dell’epoca Romana

Il 20 ottobre 2012, VIGAMUS: The Video Game Museum of Rome (il museo di videogiochi di Roma) ha aperto i battenti al pubblico (circa 1600 visitatori nelle due prime giornate di apertura)  dando cosi il via alla su personale “partita” e sfida: diffondere a tutti la cultura del videogioco ed informatizzare sulla storia del “media” videogame, divertendo ed appasionando i suoi visitatori. Il VIGAMUS è un progetto nato dalla mente del direttore Marco Accordi Rickards, giornalista di settore da quasi due decadi, fondatore di alcune importanti riviste di videogiochi italiane (Game Republic,Game Pro) che dichiara di aver inseguito questo progetto per circa quattro anni. 63 pannelli illustrati in italiano e in inglese, pareti giganti dedicate ai cult del passato, oltre 150 pezzi originali in esposizione tra console e giochi d’epoca, sono le “componenti” principali di questo nuovo museo permanente della città eterna, che inoltre ospiterà periodicamente, eventi speciali dedicati al mondo dell’intrattenimento elettronico.

INSERTCOIN ha realizzato uno speciale dedicato al VIGAMUS, per darvi un assaggio di quello che potrete vedere visitandolo.

Insert coin and visit it…

 

 

INSERTCOIN

C'è una generazione che ha cavalcato l'evoluzione dell'unico "media interattivo" che sia stato in grado di unire il gioco alle altre arti, al cinema alla musica all'illustrazione, alla narrazione, alle emozioni. INSERTCOIN è quella generazione. È vuole raccontarla a tutti.

More Posts - Website

Follow Me:
FacebookGoogle PlusYouTube

PRESS PLAY ON TAPE: Rock retrogame band Danese, loading…

C’era un tempo in cui un videogioco ti colpiva per la sua grafica nonostante contasse poche decine di migliaia di pixel. In quel tempo lontano fatto di di cassette e cartucce o di morbidi dischi flessibili c’era una cosa ormai scomparsa che tutti ricordano con un piacere: quelle strane melodie che accompagnavano le loro serate davanti a un piccolo televisore 14 pollici, insolite, impossibili da ascoltare altrove, suonate non da veri strumenti musicali eppure così indimenticabili! Era la musica dei videogiochi degli anni ‘80 e ‘90. Ebbene quelle melodie sono rimaste nel cuore di molti appassionati videogiocatori tanto da indurre alcuni di questi, ormai adulti, a tirare fuori i loro ricordi e a riproporre quelle musiche vestendole del supporto di una vera e propria band. E’ il caso dei danesi Press Play On Tape, sei ragazzi di Copenhagen incontratisi all’università che hanno fondato una rock-band e hanno deciso, nei loro 2 dischi, di rievocare le atmosfere dei grandi classici per Commodore 64 come Ghosts’n Goblin, Wizball e Bionic Commando senza trascurare alcune delle migliori “colonne sonore” tratte dai videogiochi di altre piattaforme (chi è stato in una sala giochi in quegli anni e non ricorda la musica di Outrun alzi la mano) riproposte, invece, durante le loro performance live.

Insert Coin & Listen to…

PRESS PLAY ON TAPE – Pagina ufficiale

INSERTCOIN

C'è una generazione che ha cavalcato l'evoluzione dell'unico "media interattivo" che sia stato in grado di unire il gioco alle altre arti, al cinema alla musica all'illustrazione, alla narrazione, alle emozioni. INSERTCOIN è quella generazione. È vuole raccontarla a tutti.

More Posts - Website

Follow Me:
FacebookGoogle PlusYouTube